Your cart is currently empty.

I vini della Repubblica Ceca: la tradizione che guarda al futuro

Da qualche anno nel mercato italiano si manifesta un notevole interesse per i vini della Repubblica Ceca. Ebbene sì, dalla patria famosa per la produzione di birre proviene anche un’importante tradizione vinicola, con una storia ricca e affascinante che affonda le radici nel tempo risalendo a oltre duemila anni fa. Grazie alle condizioni climatiche favorevoli questo paese gode di ottimi vigneti, con una produzione sempre più apprezzata a livello internazionale per la qualità e la diversità. Siete pronti a partire per un viaggio alla scoperta dei tesori vinicoli nascosti tra queste terre?

La storia della viticoltura ceca

La viticoltura ceca nasce con i primi vigneti piantati dai Celti e successivamente coltivati dai Romani durante il periodo dell’impero. Questa tradizione enologica ha avuto il suo massimo splendore durante l’epoca della Grande Moravia, grazie all’influenza benefica delle abbazie e dei monasteri che l’hanno portata avanti.
Come in molte altre regioni vinicole europee, la Repubblica Ceca ha dovuto affrontare le sfide del tempo, tra cui la Guerra dei Trent’anni, l’arrivo della fillossera (un insetto di origine americana che fece ammalare le viti), cambiamenti politici e sociali. Verso la prima metà del 1900, il settore vinicolo ceco ha saputo rialzarsi, con determinazione e impegno, adottando nuove tecnologie, puntando a una maggiore attenzione alla qualità e alla diversità delle varietà coltivate.

Il Rinascimento dei vini della Repubblica Ceca

Oggi la Repubblica Ceca vanta oltre 850 aziende vinicole, distribuite su un territorio di vigneti di circa 18 mila ettari, concentrato per la maggior parte nella regione della Moravia meridionale. Qui le condizioni pedoclimatiche, simili a quelle dell’Alsazia e della Champagne, offrono un ambiente ideale per la coltivazione della vite. Ne deriva una produzione di vini bianchi freschi e aromatici, nonché rossi di grande struttura e complessità. Tra le varietà più diffuse troviamo: il Grüner Veltliner, il Riesling, il Pinot Grigio e il Müller-Thurgau per i bianchi; il Frankovka, il St. Laurent e il Blauer Portugieser per i rossi. Il paese vanta anche una ricca varietà di vitigni autoctoni: il Moravia Muscat, il Pálava, l’André e il Neronet.

Ma la bellezza della viticoltura ceca non si limita solo alla Moravia, anche la Boemia, con le sue pittoresche colline e i suoi terreni calcarei, produce vini di grande qualità, soprattutto rossi come il Pinot Nero e il St. Laurent.

Lo stile dei singoli vini è frutto di un mix variegato influenzato dal terroir, dalle varietà di uve e dai diversi vignaioli che interpretano la tradizione in chiave moderna.

Le Strade del Vino della Moravia

Per chi desidera esplorare le bellezze della viticoltura ceca, viaggiare lungo le Strade del Vino è sicuramente un’esperienza imperdibile. Immaginate di pedalare attraverso rigogliosi vigneti, mentre il profumo dei fiori e il dolce aroma dei vini vi avvolgono delicatamente. Oltre 1.000 km di sentieri ciclabili tra paesaggi mozzafiato e suggestivi villaggi vinicoli, dove l’arte della vinificazione è tramandata da generazioni. I visitatori possono fermarsi nelle diverse cantine, scoprire i segreti della produzione del vino e degustare alcuni dei migliori prodotti che il paese ha da offrire.
Le Strade del Vino non offrono solo un viaggio per i sensi, ma anche un’occasione per scoprire la cultura e la storia della regione. Questo grazie alla possibilità di visitare castelli medievali e monasteri antichi presenti lungo il percorso.

Produzione biologica

Data l’importanza di preservare le caratteristiche uniche delle varie regioni vinicole e la bellezza del paesaggio, oggi l’industria vinicola ceca è caratterizzata da un crescente impegno verso pratiche sostenibili e tecniche agricole rispettose dell’ambiente. Molte cantine si stanno muovendo verso la produzione biologica e biodinamica, rispecchiando una tendenza globale verso un’agricoltura più responsabile e consapevole.

Dalla nostra cantina

Vini della Repubblica Ceca

In Enoteca Verso ci siamo innamorati della storia dei vini della Repubblica Ceca, oltre che apprezzare la loro unicità. Un esempio tra tanti è Plener, un rosato in conversione biologica, che incarna l’amore per il territorio. Nasce da Dominika e il suo amico Ivo, quando nel 2016 decidono di produrre le loro etichette con i cinque ettari di vigneti che si trovano sull’altopiano di Palava, tra villaggi con reputazioni di lunga data per produzioni di qualità.

Plener deriva da un terroir argilloso e calcareo, circondato da fiumi, che gli dona mineralità e carattere, e un vigneto di Merlot e Fratava, varietali di uve che si prestano a dare eleganza e piacevolezza. Le uve subiscono una pressatura soffice e un processo in acciaio, al fine di ottenere un prodotto dalle note dolci ma con sbuffi di mineralità e freschezza, mantenendo un tannino morbido. Un vino che con la sua semplicità racconta la storia di un territorio troppo poco conosciuto, ma dove viene coltivato con tanta passione un grande progetto di realtà vitivinicola attenta alla tutela del consumatore.

La cantina di Enoteca Verso con le sue numerose etichette selezionate con cura, è uno scrigno di tesori da scoprire tutto in un sorso! I nostri sommelier vi accompagneranno in viaggi sensoriali che rivelano la storia di ogni bottiglia e dei territori dai quali nascono.

Leave a comment